Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

7 consigli per costruire una community da sfruttare nel lancio di un videogioco indie su Kickstarter

Il lancio di una campagna Kickstarter, così come il seguire la sua evoluzione durante tutta la durata, è una fase molto delicata e che ha il massimo valore durante i primissimi giorni.
Abbiamo già visto cosa fare, cosa NON fare e quale può essere il giorno perfetto per il lancio, ma prima di tutto questo è necessario prepararsi al meglio costruendo una community che possa valorizzare la campagna nel modo migliore. Di seguito alcuni consigli da seguire durante lo sviluppo del proprio videogame indie.

1. Costruisci la community prima che ti serva

Prima si inizia e meglio è. Costruire una community nel momento in cui serve è probabilmente la scelta sbagliata perché per costruirla serve molto tempo e molti sforzi, mentre l’obiettivo è quello di lanciare la campagna il prima possibile. Per questo motivo è consigliato creare fin da subito i profili dedicati al videogioco sui social che si intendono usare (Twitter, Instagram, Facebook, Tik Tok, etc). Oltre a questo è consigliato acquistare un dominio con il nome del gioco e costruire un semplice sito web / landing page per descrivere in dettaglio il gioco stesso e le sue evoluzioni.

2. Sfrutta i profili personali

Sicuramente, nel momento in cui si sta per iniziare lo sviluppo del gioco, si possiedono già i propri profili personali social (Facebook, Linkedin, Discord, etc). Non bisogna dimenticare che questi sono una fonte importantissima per veicolare i media e le evoluzioni del gioco stesso in quanto già presidiati, già lanciati e con followers attivi (siano essi amici o collegamenti professionali). Il consiglio è quindi di sfruttare i propri profili social per pubblicare, o ricondividere, i post dedicati allo sviluppo del videogioco. Un ulteriore consiglio è quello di pubblicare su gruppi Facebook e Reddit dedicati allo sviluppo.

3. Segui altri sviluppatori e gli influencer

Per poter costruire una community ed una rete solida di follower è necessario prima di tutto vedere quello che fanno gli altri sviluppatori e gli influencer. Due modalità diverse di approccio ai social ma entrambe valide e da studiare nel dettaglio. Il consiglio è quello di seguire queste persone, capire quando, cosa e come pubblicano analizzando le modalità, i testi, gli hastag e i tempi di pubblicazione. Inoltre è possibile capire chi sono i loro follower ed eventualmente richiedere noi stessi la connessione a quest’ultimi.

4. Segui gli #hastag giusti

Instagram e Twitter sono basati principalmente sul concetto di hashtag. Se si decide di utilizzare questi due social per pubblicare il proprio lavoro è necessario capire come funzionano e quali hashag sono da usare e quali da ignorare. Creare una propria lista di hashtag è fondamentale per associare i propri contenuti ai concetti chiave ed aiutare gli algoritmi a posizionarli nel modo corretto (oltre a permettere all’audience di trovarli facilmente).

5. Condividi video, screenshot e immagini del gioco

I videogames, così come i social, sono basati principalmente su contenuti visuali. Per questo motivo, durante lo sviluppo, è bene creare una propria collezione di immagini, video e screenshot della lavorazione. Ai follower piace vedere immagini di promozione ma anche immagini che rappresentano le evoluzioni, i bug e i tecnicismi utilizzati nello sviluppo. Questo genererà interesse da parte di videogiocatori, altri sviluppatori, stampa e influencer.

6. Realizza una demo giocabile del gioco

E’ assodato che le campagne per videogames di Kickstarter più finanziate sono quelle che propongono il download di una demo giocabile del gioco stesso. Questo permette agli utenti, ed eventualmente sostenitori, di toccare con mano quello che andranno a finanziare. Inoltre, questo approccio, permette di far capire ai propri follower che il prodotto esiste, funziona e non è unicamente una idea da realizzare dando credibilità a tutto il progetto. E’ possibile pubblicare la demo sul proprio sito web dedicato al gioco o eventualmente su itch.io

La demo inoltre permette di poter far giocare amici interessati ma anche tester e altri sviluppatori che potrebbero dare consigli e suggerimenti su come evolvere il gioco, risolvere bug e implementare dinamiche di gameplay differenti.

7. Crea una mailing list dedicata

Una delle attività che più valide è quella di riuscire a creare una mailing list di indirizzi da poter contattare al momento del lancio della campagna Kickstarter. E’ bene quindi premunirsi fin da subito di un sistema di raccolta email ed invio massivo (ad esempio Mailchimp, ma anche Mailup o Sendinblue). Sarà quindi possibile creare dei gruppi di invio in modo da dividere i semplici interessati dai tester, gli sviluppatori dai backers.

Consigli Extra

  • Valutare la creazione di una pagina Steam fin da subito dove raccogliere gli interessati attraverso la Wishlist
  • Valutare la creazione di una pagina di pre-lancio della campagna Kickstarter che permetta agli interessati (e potenziali bakers) di iscriversi e restare aggiornati sull’avvio
  • Non utilizzare sistemi automatici, semi automatici o bot per far crescere i propri followers
  • Non sottovalutare che i primi interessati al gioco potrebbero essere i propri amici e conoscenti
  • Utilizzare le stories di Instagram, ma anche di Whatsapp, per veicolare i contenuti del gioco
  • Valutare la realizzazione di una demo giocabile direttamente nel browser web (anche se il gioco sarà poi unicamente per console e dispositivi mobile)
  • Sfruttare le community su Discord e Twitch per espandere le proprie conoscenze e relazioni sui diversi canali

Leave a comment